Pasquale Lampugnale Ceo di Sidersan alla festa dell’indipendenza USA a Napoli
29 Giugno 2022
«Transazione green e imprese più digitali gli antidoti alla crisi»: Pasquale Lampugnale Ceo di Sidersan intervista per Il Mattino
22 Luglio 2022

Pasquale Lampugnale ospite al Forum economico franco-italiano a Parigi per focus su Pmi

Il 12 luglio a Parigi Pasquale Lampugnale, Ceo di Sidersan e Vicepresidente nazionale di Confindustria Piccola Industria, ha preso parte ai lavori del Forum economico franco-italiano intervenendo nel gruppo di lavoro ‘’Finanziare la duplice trasformazione verde e digitale’.Fissate tre priorità di azione per lo sviluppo futuro:➢ 𝗦𝗼𝘀𝘁𝗲𝗻𝗲𝗿𝗲 𝗹𝗮 𝘁𝗿𝗮𝗻𝘀𝗶𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗲𝗻𝗲𝗿𝗴𝗲𝘁𝗶𝗰𝗮 𝗶𝗻 𝗽𝗿𝗲𝘀𝗲𝗻𝘇𝗮 𝗱𝗶 𝘀𝗵𝗼𝗰𝗸 𝗴𝗲𝗼𝗽𝗼𝗹𝗶𝘁𝗶𝗰𝗶 𝗶𝗻 𝗘𝘂𝗿𝗼𝗽𝗮➢ 𝗙𝗶𝗻𝗮𝗻𝘇𝗶𝗮𝗿𝗲 𝗹𝗮 𝗱𝘂𝗽𝗹𝗶𝗰𝗲 𝘁𝗿𝗮𝘀𝗳𝗼𝗿𝗺𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝘃𝗲𝗿𝗱𝗲 𝗲 𝗱𝗶𝗴𝗶𝘁𝗮𝗹𝗲➢ 𝗦𝘃𝗶𝗹𝘂𝗽𝗽𝗼 𝗱𝗶 𝘀𝗶𝗻𝗲𝗿𝗴𝗶𝗲 𝗻𝗲𝗶 𝘀𝗲𝘁𝘁𝗼𝗿𝗶 𝗱𝗲𝗶 𝘁𝗿𝗮𝘀𝗽𝗼𝗿𝘁𝗶, 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗮 𝗱𝗶𝗳𝗲𝘀𝗮, 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗮 𝘀𝗶𝗰𝘂𝗿𝗲𝘇𝘇𝗮 𝗲 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗼 𝘀𝗽𝗮𝘇𝗶𝗼.I Presidenti di MEDEF e Confindustria riaffermano la volontà delle due organizzazioni di rafforzare ulteriormente la loro collaborazione e di elaborare proposte concrete per alimentare il dialogo con le Istituzioni europee e con i governi francese e italiano. La cooperazione bilaterale tra i due Paesi è più forte che mai, come dimostra la firma del Trattato del Quirinale lo scorso anno. MEDEF e Confindustria sono pronti a contribuire a questo processo.A seguito della pandemia, gli imprenditori francesi e italiani hanno dovuto affrontare sfide senza precedenti, come l’impatto dell’aumento dei costi energetici su famiglie e imprese, le interruzioni alle catene di approvvigionamento e la carenza di materie prime. La guerra in Ucraina ha ulteriormente aggravato queste tendenze, che hanno ripercussioni dirette sulle economie europee. L’Ucraina era un importante esportatore di materie prime in Europa. I leader delle imprese francesi e italiane sostengono le sanzioni europee contro la Russia e sottolineano come il rispetto dello stato di diritto è essenziale per garantire relazioni commerciali affidabili. Nonostante l’impatto dell’attuale contesto geopolitico, è necessario proseguire nell’attuazione dei nostri Piani Nazionali di Ripresa e Resilienza (PNRR). Per quanto riguarda la doppia transizione verde e digitale, la Commissione europea ha confermato gli obiettivi ambiziosi e ha chiesto di accelerare il processo di transizione. Le discussioni tra gli imprenditori francesi e italiani sulla transizione energetica, sul finanziamento della duplice transizione verde e digitale e sui temi legati alla difesa, alla sicurezza e allo spazio hanno evidenziato diverse priorità, come l’importanza dell’autonomia strategica aperta in un contesto internazionale sempre più complesso. MEDEF e Confindustria sono determinati a promuovere un dialogo permanente tra tutti gli attori economici francesi e italiani. Nella delegazione rappresentanti delle primarie aziende italiane e francesi:𝗔𝟮𝗔, 𝗔𝗶𝗿𝗯𝘂𝘀, 𝗔𝘃𝗶𝗼, 𝗖𝗔 𝗦𝗼𝗰𝗶é𝘁é 𝗚é𝗻é𝗿𝗮𝗹𝗲, 𝗖𝗿é𝗱𝗶𝘁 𝗔𝗴𝗿𝗶𝗰𝗼𝗹𝗲, 𝗘𝗹𝗲𝘁𝘁𝗿𝗼𝗻𝗶𝗰𝗮, 𝗜𝗹𝗶𝗮𝗱, 𝗟𝗲𝗼𝗻𝗮𝗿𝗱𝗼, 𝗠𝗮𝗴𝗻𝗮𝗴𝗵𝗶 𝗚𝗿𝗼𝘂𝗽, 𝗡𝗮𝘃𝗮𝗹 𝗚𝗿𝗼𝘂𝗽, 𝗦𝗧𝗠𝗜𝗰𝗿𝗼𝗲𝗹𝗲𝗰𝘁𝗿𝗼𝗻𝗶𝗰𝘀 𝗦𝗿𝗹, 𝗦𝘂𝗲𝘇, 𝗧𝗿𝗲𝗻𝗶𝘁𝗮𝗹𝗶𝗮 𝗙𝗿𝗮𝗻𝗰𝗲, 𝗨𝗻𝗶𝗽𝗼𝗹